Google+ e’ ancora d’attualità?

 

google-plus

Quando Google ha lanciato il suo social network Google+ nel 2011, molti avevano creduto che finalmente Facebook, che dominava l’universo dei social media, avrebbe trovato un concorrente degno di questo nome. Quattro anni dopo bisogna ammettere che Google+ non ha mai soddisfatto le promesse, o piuttosto, le attese dei molti che sono stufi di Facebook e del suo quasi-monopolio.
Certamente Google non ha mai preteso di offrire mediante Google+ un social media ed ha sempre affermato che Google+ è soltanto un componente del suo motore di ricerca.

 

Google e la ricerca locale

Tutti conoscono l’importanza dei motori di ricerca nel processo decisionale dei consumatori e ciò è ancora più significativo nel mondo del turismo, quando un turista cerca un buon indirizzo per la cena o le cosa da fare l’indomani, una volta a destinazione.

GoogleMyBusiness

 

 

Ricerca tipica di un ristorante mediante Google

Prendiamo l’esempio di un turista che cerca un ristorante ad Angera, sul Lago Maggiore. Una ricerca in Google fornisce circa 107.000 risultati, ma è chiaro: è solo sulla prima pagina che il turista effettuerà una scelta, a meno che abbia del gran tempo da perdere. I risultati visualizzati nella prima pagina sono annunci a pagamento o relativi a siti di opinioni dei consumatori (Tripadvisor, via michelin, ecc.). Un risultato interessante è quello del ristorante Nettare Di Giuggiole che si piazza per primo tra i risultati naturali.
Un sito web ben strutturato aiuterà molto nella ricerca di un miglior posizionamento ma il ruolo di Google+ diventa importante perché se si dispone di una pagina su Goggle+ è possibile ottenere una maggiore visibilità, come si vede nel caso di Nettare di Giuggiole o il Ristorante Bacco.

Google e le opinioni dei consumatori

E’ ormai noto quanta importanza abbiano oggi i commenti lasciati in internet da altri consumatori e turisti nella scelta di un servizio, soprattutto attraverso siti come Yelp et TripAdvisor, o i grandi siti d’agenzie di viaggio on line (Expedia, Booking, etc.). Ci si dimentica tuttavia di precisare che molto di sovente, prima ancora di leggere i commenti su questi siti, il consumatore inizia il suo processo di ricerca attraverso Google , dove può trovare direttamente i commenti lasciati da altri turisti o consumatori.

 

 

google_opinion

Per restare nell’esempio citato di ricerca “ristorante Angera” si accede alla pagina su Google+ e si possono visualizzare molteplici informazioni e commenti (nel caso specifico ne è presente 1 sola). L’analisi dei commenti ( e l’eventuale risposta) nonchè la verifica costante delle informazioni inserite (orari, descrizioni, immagini, ecc.) possono essere facilmente gestite mediante un apposito elenco di Google Local accessibile mediante Google+.

Google My Business

Come sempre, Google continua a cambiare e a migliorare alcune funzionalità di gestione in Google+, forse senza fare troppa pubblicità, ma lasciando scoprire agli utenti il tutto e i migliori modi di fruizione. La funzione Google My Business è ben fatta a permetta di creare e gestire una o più pagine su Google+, casa molto pratica per un’azienda che gestisce diverse attività come ad esempio una catena alberghiera.

 

google_my_business-stats

Mediante Google My Business è possibile gestire la scheda della propria attività nonché le relazioni con i propri utenti. Il pannello di controllo consente anche di conoscere le statistiche della propria pagina d’impresa, di intavolare discussioni on line e, qualora lo si desideri, creare campagne AdWords specifiche.

Per alcuni tutto ciò può non essere importante e Google+ resterà un territorio sconosciuto o non interessante e può darsi che questa piattaforma non abbia il successo avuto da Facebook o Twitter ma per un’azienda che ha un’attività, reale o sul web, diventa essenziale effettuare uno sforzo, anche piccolo, pergarantirsi una buona copertura delle proprie basi, sia per rispondere ai commenti che per massimizzare i risultati nella ricerca locale.